Questo sito utilizza i cookie - anche di terze parti. Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione accetti il loro utilizzo. Per saperne di più leggi l'informativa.

SALUTE&BENESSERE

Meditazione per combattere lo stress

Meditazione per combattere lo stress

 

In una società sempre più frenetica, tra relazioni virtuali e scadenze pressanti, discipline come lo yoga e la meditazione trovano terreno fertile. L'impatto immediato è quello di un benessere che coinvolge mente e corpo in virtù di un rilassamento che ci estranea dallo stress quotidiano.

Ma a quanto pare c'è di più.

 

Meditazione e yoga contrastano lo stress.

La dott.ssa Ivana Buric della Coventry University, UK, ha rispolverato diciotto studi eseguiti in oltre un decennio per analizzare i reali benefici di pratiche che mirano al rilassamento come yoga, meditazione e tai-chi.

In particolare la ricercatrice si è proposta di indagare sull'influenza che tali pratiche possono esercitare sull'espressione genica.

Cos'è l'espressione genica? In parole semplici, è la via attraverso la quale il DNA viene "letto" per decidere quali proteine costruire e, di conseguenza, quali meccanismi attivare nel nostro corpo.

 

Meditazione e stress: stessa via ma direzioni opposte.

Indagando sui processi biochimici legati alle pratiche meditative, la dott.ssa Buric ha scoperto che stress e meditazione attivano lo stesso meccanismo ma con risultati diversi.

Periodi di forte stress, attivano la produzione di alcune proteine, chiamate citochine, che causano un processo infiammatorio a carico delle cellule. Si tratta di una reazione fisiologica, quindi non grave, legata probabilmente a un residuo evolutivo: la risposta infiammatoria ha avuto un importante ruolo nella preistoria quando il rischio di infezioni da ferite era molto alto.

Un'arma a doppio taglio, però. Infatti se da una parte il processo infiammatorio ha una funzione protettiva, dall'altra, specie se prolungato, accelera l'invecchiamento e aumenta il rischio di cancro e disturbi psichiatrici come la depressione.

 

Meditazione e yoga contrastano lo stress.

Lo stesso processo infiammatorio attivato dallo stress viene coinvolto durante le pratiche di meditazione ma la reazione è esattamente opposta.

Chi pratica yoga e meditazione con costanza, vedrà diminuire (senza nemmeno rendersene conto) le citochine responsabili del processo infiammatorio.

Tutto ciò comporta un'inversione del processo biochimico che ne è alla base con conseguente rallentamento dell'invecchiamento cellulare e riduzione dei rischi di cancro e disturbi della mente.

 

Il messaggio della ricercatrice è chiaro: praticare attività che aiutano a rilassare la mente coinvolge importanti processi fisiologici che si ripercuotono nell'immediato sull'emotività e sull'umore ma favoriscono anche il benessere fisico e psichico nel lungo termine.

Sapevi che lo stress si trasmette di padre in figlio attraverso gli spermatozoi?

Ne ho parlato qui: stress - di padre in figlio

 

 

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

I LIBRI DI SAPERE&POTERE

Mi illudo - Le illusioni ottiche spiegate dal tuo cervello - Caterina Stile

"Mi illudo - Le illusioni ottiche spiegate dal tuo cervello" è un ebook distribuito da saperepotere.it. È gratis, basta iscriversi alla newsletter!

ULTIMI ARTICOLI

La scatola magica - Cerasa-Tomaiuolo - recensione

"La scatola magica" è un saggio scritto da Antonio Cerasa e Francesco Tomaiuolo, curato da M. Temporelli e edito da Hoepli (marzo 2019).

Il segreto degli ultracentenari: mangiare poco e sorridere alla vita

Ultracentenari in buona salute: la scienza spiega perché mangiare poco e essere ottimisti aiuta a spegnere cento candeline senza grandi rimorsi.

Il vaccino non è un'opinione - recensione

Roberto Burioni, medico e divulgatore scientifico italiano, è autore del saggio Il vaccino non è un'opinione (Mondadori, 2016) vincitore del premio Asimov 2017.

Se fa male non è amore - Montse Barderi - recensione

"Se fa male, non è amore" di Montse Barderi è un saggio pubblicato da Feltrinelli nel 2018, tradotto in Italia da Claudia Marseguerra.

Trapianto di cuore e memoria cellulare: e se i ricordi passassero da donatore a ricevente?

Può il trapianto di cuore trasmettere emozioni, informazioni e ricordi dal donatore al ricevente? La memoria cellulare potrebbe spiegare la relazione.

Newsletter