Questo sito utilizza i cookie - anche di terze parti. Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione accetti il loro utilizzo. Per saperne di più leggi l'informativa.

Mi illudo - Le illusioni ottiche spiegate dal tuo cervello

 Vuoi comprendere cosa inganna il tuo cervello di fronte alle illusioni ottiche? L'ebook "Mi illudo - Le illusioni ottiche spiegate dal tuo cervello" è un meraviglioso viaggio nei meandri della mente umana. Il tuo cervello ti spiega in maniera semplice e divertente come si comporta quando analizza il mondo attorno a te e soprattutto quello che percepisce di fronte a immagini ambigue. 

Se vuoi saperne di più, su Amazon puoi leggere le prime pagine e le recensioni (clicca qui)

Su Amazon l'ebook è in vendita a 2,99 euro, ma se vuoi leggerlo GRATIS ti basta iscriverti alla newsletter di Sapere & Potere, lo riceverai direttamente alla tua email! Come fare? Semplice: lascia qui sotto la tua email e controlla a breve la tua posta.

Buona lettura!

 

MI ILLUDO - Anteprima

 

 

Ciao,

sono il tuo cervello,

quel piccolo organo chiuso in una scatola di ossa

che è il centro operativo di tutto il tuo essere.

Sono io che controllo ogni tuo singolo movimento da un completo

allenamento cardio a un inconsapevole sbattere di palpebre,

sono io che ti permetto di restare in equilibrio, rapportarti al mondo esterno,

respirare, pensare, provare emozioni, parlare, studiare, sbuffare, godere,

meditare, ridere…

Certo intervengono interi sistemi di organi, gli ormoni e diverse altre variabili,

ma cosa farebbero tutti questi “operai”

se non ci fosse il capo a dirigere le operazioni?

Te lo dico io, un gran caos.

Non hai la più pallida idea di cosa io sia in grado di fare

perché non ti soffermi mai a riflettere

sui singoli meccanismi necessari a compiere ogni più piccola azione.

Ad esempio, sai quanto devo lavorare solo per farti registrare

il profumo di un fiore?

Immerso come sei nella tecnologia, probabilmente è una vita che non ti fermi

neanche a guardarli i fiori e forse è arrivato il momento di staccare la spina

da smartphone, tablet e pc (tranne quello da cui stai leggendo!)

e cominciare a guardare un po’ dentro di te

e, se ti va, dentro di me

per scoprire un universo che non avresti mai pensato di possedere.

Credi ch’io sia un po’ presuntuoso? Me lo posso permettere, fidati.

Ma per farti comprendere quanta umiltà dimora in me,

ho deciso di parlarti prima di tutto dei miei errori.

 

Eh sì, anch’io sbaglio! – Hai presente i déjà vu?

Per fortuna, se non ci sono problemi seri, in genere si tratta di piccoli lapsus

dovuti per lo più a distrazioni

o a qualche informazione che prende la strada sbagliata

e così ti capita di dimenticare dove hai messo le chiavi

o la risposta alla domanda della prof

(ti hanno sempre posto l’unica domanda a cui non sapevi rispondere, vero?).

Mea culpa. Mica sempre però!

Se a scuola eri in grado di rispondere a una domanda su trenta

forse era colpa tua che non aprivi i libri

o forse li aprivi giusto per una lettura veloce credendo che bastasse.

No, non basta.

Apprendere è un compito complesso

che mi richiede tempo e un gran lavoro

e tu devi aiutarmi se vuoi ottenere risultati:

aiutarmi con l’impegno, la perseveranza e anche un po’ di allenamento.

Ci sono tanti modi per tenermi sveglio e attivo,

perfino l’allenamento fisico mi fa bene,

e in questo modo riuscirai anche a preservare le mie abilità nel tempo

rallentando l’invecchiamento cerebrale.

Hai presente Rita Levi Montalcini, il premio Nobel italiano per la Medicina?

Beh, non sai quanto invidio

il mio collega che dimora nella sua scatola cranica!

E non perché sia particolarmente dotato

(o forse un po’ sì: esiste anche una componente genetica alla base di questo discorso),

ma soprattutto perché durante la sua vita

ha avuto la fortuna di essere continuamente stimolato alla conoscenza

mettendo a frutto le sue abilità che nel tempo sono diventate

sempre più efficaci e rapide.

Anche io ho un potenziale enorme, sai?

No, non lo sai, altrimenti non ci sarebbe al mondo un tale spreco di energia.

 

***

 

 

Lo vedi il triangolo bianco al centro della figura,

quello con la punta rivolta verso il basso?

Lo vedi davvero? Beh, mi dispiace, ma ti sto illudendo:

il triangolo bianco NON ESISTE, non è stato disegnato.

 

***

 

 

Torniamo alla prospettiva.

Questa famosa immagine è chiamata

illusione di Muller-Lyer.

Tra i segmenti orizzontali quale ti sembra più lungo?

Quello centrale, vero? Ci avrei giurato.

È un’illusione: i tre segmenti sono esattamente identici.

Sì, lo so, hai avvicinato la testa allo schermo perché non mi credi

e, non contento, stai cercando la riga per misurarli...

fai pure, mi darai ragione.

 ***

 

QUESTO È SOLO UN ESTRATTO DELL'EBOOK. SE VUOI LEGGERE LA VERSIONE INTEGRALE, CLICCA QUI.

 

 

ULTIMI ARTICOLI

Quanti neuroni abbiamo? Quanti calcoli possiamo fare? Scopriamo i numeri delle sinapsi cerebrali che rendono il cervello più potente di qualsiasi computer.

Quanto pesa il cervello? Perché è l'organo più grasso? Quanto sangue attraversa il cervello? Numeri e curiosità sull'organo più complesso del corpo umano.

Per il bambino sua madre è il mondo intero: scopriamo perché il rapporto madre-figlio è importante e quali sono le responsabilità della figura di attaccamento.

Il tumore è una malattia che nasce dalle nostre cellule: mutazioni genetiche nel DNA rendono i nostri geni (oncogeni e oncosoppressori) alleati del cancro.

Cos'è il tumore? Come nasce e come si sviluppa? La cellula tumorale è una cellula del nostro corpo che diventa potente e immortale. Scopriamo insieme come.

Newsletter