Quella canzone nella testa

Una canzone nella testa che si ripete in maniera ossessiva? Nessuna preoccupazione: la scienza fornisce un rimedio curioso alla portata di tutti.

A chi non è mai capitato di svegliarsi la mattina con nella testa una canzone che non va più via? Un brano o semplicemente poche frasi che si ripetono in maniera ossessiva e a cui non riusciamo a sottrarci. Accade al 99% degli individui e, come tutte le curiosità che riguardano il corpo umano, anche gli earworms sono stati oggetto di indagini scientifiche. Un rimedio esiste? La scienza afferma di sì, ma prima bisogna comprendere cosa accade nella nostra testa quando vi si insedia un earworm.

Il team di ricercatori guidati dalla dott.ssa Kelly Jakubowski ha condotto una serie di studi per comprendere innanzitutto quali sono i motivi che rendono alcune canzoni più propense a ripetersi nella nostra mente. I risultati ottenuti hanno evidenziato che le canzoni che si ripetono nella testa mostrano alcune caratteristiche comuni.

La canzone nella testa ha delle caratteristiche particolari

La canzone che si ripete in maniera ossessiva nella nostra testa ha generalmente un ritmo scorrevole e una melodia abbastanza generica e facile da ricordare. Ma questa non è una novità.

Ciò che non era mai stato approfondito prima è il discorso dello schema musicale: infatti canzoni come "Moves like Jagger" dei Maroon5 seguono uno schema musicale che ricalca un po' quello della famosa "Twinkle, twinkle little star" caratterizzato da un aumento di tono iniziale (una sorta di "salita" nella melodia) e una discesa successiva. Si tratta di forme melodiche particolarmente diffuse in occidente e quindi a noi più familiari.

Altra caratteristica riscontrata è la presenza di intervalli insoliti nella melodia ad esempio salti o ripetizioni inaspettate che facilitano la memorizzazione.

Quali sono le canzoni che rispecchiano maggiormente questa sorta di regole? Secondo le risposte date dai volontari dei test, i brani che hanno generato frequenti ripetizioni nel lungo termine sono state:

  • "Bad Romance" di Lady Gaga
  • "Can not get you out of my head" di Kylie Minogue
  • "Do not stop believing" di Journey

[Come si forma il suono nel cervello? Te lo spiego qui: il processamento del suono]

Il rimedio infallibile per bloccare una canzone nella testa

Una volta individuati gli aspetti comuni di questi brani e compreso il meccanismo che li genera, ci si chiede: esiste un rimedio per bloccare una canzone che si ripete nella nostra testa?

Alcuni esperti consigliano di cantare per intero il brano o pensare ad un'altra canzone o ancora di distrarsi con attività impegnative.

Ma il rimedio più impensabile e che sembra sostenuto da evidenze scientifiche è mettere in bocca una gomma da masticare.

Strano ma vero: il dott. Philip Beaman considera la ripetizione di canzoni nella mente come una sorta di ricordo musicale involontario che si genera in maniera autonoma dopo aver ascoltato un brano o semplicemente ricordandolo.

I ricordi di immagini musicali a breve termine possono essere degradati ricorrendo a banali subvocalizzazioni, secondo quanto dimostrato da studi precedenti, e la masticazione genera un effetto molto simile. Non si tratta di banali supposizioni, ma di risultati ottenuti attraverso tre diversi esperimenti che non lasciano spazio al dubbio.

Non resta quindi che attendere l'arrivo della prossima canzone per mettere in atto questo curioso rimedio e capire se funziona davvero!

[Stress da earworms? Leggi qui: Meditazione per combattere lo stress]

Traumi familiari e coincidenze di date

Traumi familiari e coincidenze di date

Alcuni traumi familiari si verificano negli stessi periodi: secondo gli esperti, le coincidenze di date sarebbero dovute a una memoria transgenerazionale.

Differenze uomo-donna: l'attrazione nella scelta del partner

Differenze uomo-donna: la scelta del partner

Cosa influenza i nostri comportamenti nella scelta del partner? L'attrazione fisica e l'evoluzione spiegano le differenze tra uomo e donna.

Quanti neuroni abbiamo?

Quanti neuroni abbiamo?

Quanti neuroni abbiamo? Quanti calcoli possiamo fare? Scopriamo i numeri delle sinapsi cerebrali che rendono il cervello più potente di qualsiasi computer.

Più tecnologia meno cervello

Più tecnologia meno cervello

Tecnologia e cervello: essere sempre connessi compromette la working memory e interrompe i momenti di relax necessari per consolidare memoria e apprendimento.

Neuroni specchio: empatia, linguaggio e autismo

Neuroni specchio: empatia, linguaggio e autismo

Gli studi sui neuroni specchio forniscono un fondamento scientifico all'empatia e nuove strade di approfondimento per l'autismo e la teoria del linguaggio.

Cause dell'Alzheimer: come prevenirlo in 3 mosse

scopri se avrai l'alzheimer

Le cause dell’Alzheimer non sono ancora note ma i fattori di rischio sì. Ecco come prevenire e scoraggiare in tempo la demenza senile con le buone abitudini.

Neuroni artificiali e biologici comunicano a distanza

Neuroni artificiali e biologici comunicano a distanza

Neuroni biologici e neuroni artificiali connessi a distanza di chilometri: lo studio visionario che pone le basi per la Neuro-elettronica via internet.

Sindrome da bambino scosso: gravi danni ai neonati

Sindrome da bambino scosso: gravi danni ai neonati

La Sindrome del bambino scosso (Shaken Baby Syndrome) identifica gravi danni neurologici e perfino morte causati da scuotimento energico dei neonati.

I segnali dell'attrazione: collo, capelli, spalle

I segnali dell'attrazione: collo, capelli, spalle

Il collo, i capelli e le spalle sono i "mezzi" coinvolti nei momenti di seduzione, le parti del corpo che lanciano inconsapevoli messaggi di attrazione.

Nella mente degli altri - Rizzolatti, Vozza

Nella mente degli altri - Rizzolatti, Vozza

"Nella mente degli altri" di Giacomo Rizzolatti e Lisa Vozza è un saggio esaustivo e autorevole che approfondisce il tema dei neuroni specchio a 360 gradi.