Differenze uomo donna: comportamento e relazioni

Indice articoli

Differenze tra uomo e donna: la scelta del partner

Alla scelta del partner concorrono dinamiche riconducibili ai primordi della storia umana quando le donne avevano bisogno di un uomo che proteggesse i piccoli da pericoli e predatori e gli uomini cercavano donne in buona salute per procreare.

Gli istinti evolutivi sono ancora presenti nella nostra specie e spingono gli uomini a cercare nelle donne bellezza e gioventù, caratteristiche regolate dall'azione degli estrogeni, gli ormoni della fertilità femminile.

Agli occhi di un uomo, dunque, seno prosperoso, fianchi larghi e vita stretta sono attraenti perché indicano che quella donna ha raggiunto la maturità sessuale ed è lontana dalla menopausa. In particolare un rapporto vita/fianchi di 0,67 secondo recenti studi è associato a una maggiore fertilità.

Nei meccanismi biologici della donna, invece, è saldamente ancorato l'istinto primordiale a cercare un uomo forte che sia in grado di proteggere i figli. E poiché non viviamo più nelle caverne ma in una società basata sullo status sociale, la scelta del partner maschile è molto influenzata anche dal potere e dalla ricchezza che l'uomo trasmette. Secondo gli esperti, la scelta della donna oscilla tra lo shopping for genes, ovvero la ricerca di un buon materiale genetico da trasferire alla prole, e lo shopping for resources cioè la valutazione dello status sociale e delle condizioni economiche. Tra i due prevale il secondo.

Questo articolo è tratto dal libro

Affinità di coppia – I segnali dell'attrazione che svelano la scelta del partner

Clicca su questa immagine per leggere gratis le prime pagine:

Testa o cuore: tu da che parte stai?

testa o cuore. tu da che parte stai?

Testa e cuore ci influenzano più di quanto immaginiamo: la distinzione tra brain-person e heart-person ha ripercussioni su carattere e scelte quotidiane.

Relazioni a distanza: ecco perché sono così forti

Relazioni a distanza: ecco perché sono così forti

Le relazioni a distanza sono fondate su un rapporto di maggiore intimità: la scienza spiega perché le storie sono speciali quando siamo lontani.

Déjà-vu: quando il cervello confonde presente e passato

déjà vu: i misteri del cervello

L’impressione di aver già vissuto quell’attimo – il cosiddetto déjà-vu – è un fenomeno molto comune e, pare, dovuto a un “problema tecnico” del cervello.

Vita dopo la morte: l'ipotermia è la chiave dei risvegli

il confine tra la vita e la morte

Nuove tecniche di intervento per riportare in vita pazienti dopo la morte: controllare l’ipotermia potrebbe favorire i risvegli in caso di arresto cardiaco.

Mutazione genetica: così il coronavirus è passato all'uomo

Mutazione genetica: così il coronavirus è passato all'uomo

Molti virus, tra cui i coronavirus, trovano un serbatoio naturale nei pipistrelli ma è la mutazione genetica a conferire loro il potere di trasferirsi all'uomo.

Restrizione calorica per rallentare l'invecchiamento

Restrizione calorica per rallentare l'invecchiamento

La restrizione calorica, ovvero la riduzione del 20-30% dell'introito calorico, contrasta l'infiammazione responsabile dell'invecchiamento cellulare.

Cellule staminali per combattere l'invecchiamento

Cellule staminali per combattere l'invecchiamento

Nuove speranze per l’Alzheimer: il trapianto di cellule staminali neurali da cervello giovane a cervello invecchiato potrebbe rallentare il declino cognitivo.

Apprendimento per imitazione: così i bambini imparano il movimento

Apprendimento per imitazione: così i bambini imparano il movimento

Neuroni specchio e apprendimento per imitazione: così i bambini di pochi mesi imparano il movimento del proprio corpo senza nemmeno accorgersene.

Linguaggio del corpo - bocca e labbra

Linguaggio del corpo: bocca e labbra

Il linguaggio del corpo passa dalla bocca: toccare o mordere le labbra e mostrare la lingua trasmettono attrazione, interesse ma anche rabbia o disgusto.

L'eredità flessibile - Sharon Moalem - recensione

L'eredità flessibile - Sharon Moalem - recensione

L'eredità flessibile, di S. Moalem, è un libro innovativo e commovente che scardina le convinzioni della genetica e dona dignità alle malattie rare.