Questo sito utilizza i cookie - anche di terze parti. Chiudendo questo avviso o continuando la navigazione accetti il loro utilizzo. Per saperne di più leggi l'informativa.

CONOSCI TE STESSO

Differenze uomo donna: comportamento e relazioni

Differenze uomo donna: comportamento e relazioni

Differenze uomo donna: cosa ci rende così diversi? La scienza spiega quali sono i miti da sfatare e cosa nasconde il comportamento di lui e di lei.

Differenze tra uomo e donna: il tradimento

La convinzione che il tradimento sia per lo più maschile ha cominciato a vacillare da quando le donne hanno acquisito una maggiore libertà anche dal punto di vista sessuale. Uomini e donne possono tradire allo stesso modo ma cosa dice la biologia riguardo agli istinti primordiali che distinguono i due sessi?

Una ricerca condotta all'Università del Texas ha evidenziato che uomini e donne sono in grado di controllarsi allo stesso modo di fronte a una tentazione ma gli impulsi sessuali, quelli dovuti a un'eredità evolutiva che ci portiamo addosso, sono più forti per gli uomini.

Cosa vuol dire tutto ciò? Semplicemente che uomini e donne sono in grado di controllarsi allo stesso modo per evitare un tradimento. Quando però la volontà di trasgressione supera il labile confine dell'autocontrollo, gli uomini cadono più facilmente a causa della forza degli impulsi sessuali. Come dire, la donna può tornare indietro in qualsiasi momento invece l'uomo, se appena abbassa la guardia, è vinto.

[Per approfondire: donne vs uomini, il tradimento]


Differenze tra uomo e donna: il confronto

I ricercatori dell'Università dell'Arizona hanno riscontrato che, durante i momenti di interazione, gli uomini mostrano una risposta “in fase” con quella della partner mentre la risposta delle donne è in “anti-fase”. Ad esempio, se la donna si sente ottimista o pessimista, l’uomo tenderà ad assumere lo stesso stato d’animo (“in fase”), la donna invece farà esattamente l’opposto nei confronti dell’partner (“anti-fase”).

L’uomo non se ne rende conto (non sempre almeno), ma si adatta al parere della donna per aggirare l’ostacolo ed evitare il conflitto allo scopo di giungere in fretta a una risoluzione.

L’atteggiamento “anti-fasico” della donna ha invece un importante ruolo di regolazione emotiva: quando l’uomo si mostra positivo ma la donna percepisce che “c’è qualcosa che non va” e che quindi sta camuffando il suo vero stato d’animo, agisce in maniera opposta e si mostra in disaccordo. Si tratta di una risposta inconsapevole e istintiva che ha lo scopo di incoraggiare l’uomo ad agire in maniera trasparente e a dire ciò che realmente pensa. Non è quindi un capriccio femminile, ma il tentativo di spingere l’interazione verso l’autenticità.

[Trovi l'articolo completo qui: il conflitto nella vita di coppia]


Differenze tra uomo e donna: la cooperazione

Come convergono le diverse abilità degli uomini e delle donne quando si trovano a dover lavorare insieme? In realtà non convergono affatto. È questo il risultato di un recente studio condotto alla Stanford University School of Medicine durante il quale i ricercatori hanno analizzato il comportamento cerebrale di uomini e donne nei momenti di cooperazione.

Incrociando i risultati di test specifici e scansioni cerebrali registrate durante gli esperimenti, i ricercatori sono stati in grado di affermare che esiste una reale sincronia tra cervelli che appartengono allo stesso sesso, ma non tra quelli di uomini e donne.

Donne e uomini sono perfettamente in grado di cooperare ma la loro attività cerebrale non è in sincronia neanche quando sono impegnati nello stesso compito perché i meccanismi di interazione sono diversi tra i due sessi. Ciò non toglie che possano comunque essere compatibili.

[Per approfondire: uomini e donne, cervello e sincronia]


Differenze tra uomo e donna: la creatività

Abilità fondamentale in campo manageriale, la creatività è una dote spesso attribuita agli uomini più che alle donne. Una ricerca condotta alla Duke University ha però ribaltato gli stereotipi: è emerso infatti che i dirigenti aziendali e i supervisori tendono a valutare le capacità in maniera passiva, sulla base di ciò che ci si aspetta dai candidati. E dagli uomini ci si aspetta di più, come se fossero dotati di un DNA speciale. La ricerca dimostra invece che la creatività è un'abilità egualmente rappresentata in entrambi i sessi.

Diversi studi dimostrano che se le donne occupano posizioni di leadership le società registrano migliori rendimenti, profitti più elevati e una minore probabilità di fallimento ma se, a dispetto delle evidenze, le donne vengono ancora continuamente sorpassate dall’altro sesso, i motivi sono da ricercare negli schemi di valutazione proposti dagli uomini e per gli uomini che si basano per lo più su pregiudizi e stereotipi.

[Articolo completo: uomini più creativi, è solo un pregiudizio]


Differenze tra uomo e donna: l'empatia

La capacità di interpretare le emozioni degli altri immedesimandosi nel loro stato d'animo è chiamata empatia ed è generalmente attribuita alle donne.

Una recente ricerca sembrerebbe confermare una relazione tra l'empatia e la genetica che spiegherebbe la predisposizione delle donne a interpretare le emozioni altrui.

Tra i soggetti sottoposti allo studio, infatti, quelli che mostravano una maggiore capacità di leggere lo sguardo, possedevano un particolare variante del gene LRRN sul cromosoma 3. L'azione di questo gene si riflette nell'attività del corpo striato, una regione del cervello che gioca un ruolo importante nello sviluppo dell'empatia. È stato possibile verificare una corrispondenza positiva tra la variazione del DNA e la capacità di leggere lo sguardo solo nelle donne.

Non dimentichiamo però che la componente genetica dell'empatia non è l'unico aspetto che determina la nostra capacità di leggere lo sguardo: non bisogna sottovalutare l'educazione e le esperienze di vita di ognuno di noi che influenzano la nostra personalità.

[Puoi approfondire qui: l'empatia è nel DNA delle donne]


Differenze tra uomo e donna: lo sguardo seduttivo

L'uomo è cacciatore e nella seduzione il suo sguardo è penetrante.

Gli occhi sono rivolti naturalmente all'oggetto del desiderio con fare insistente e quasi invadente. Il termine stesso "penetrante" indica la volontà di sondare la donna, di "entrare" nei suoi occhi e leggerne le emozioni più profonde.

È uno sguardo a labbra chiuse che dura a lungo, spesso intercalato da brevi episodi in cui ci si rivolge altrove, soprattutto se impegnati in una conversazione con altri.

Sopracciglia basse, pupille strette, palpebre superiori basse, palpebre inferiori tese e sollevate sono le caratteristiche dello sguardo penetrante.

Quando l'uomo "aggredisce" con il suo sguardo, la donna – se consenziente – rivela la propria arma di seduzione: lo sguardo languido.

Occhi socchiusi con palpebre lasciate cadere, volto rilassato e bocca dischiusa: questo è l'aspetto della donna che vuole affascinare, conquistare.

Un segnale che comunica accettazione e arrendevolezza, doti che un predatore non può ignorare. Ammesso che sia lui il vero predatore!

[Continua a leggere qui: i segnali dell'attrazione, lo sguardo]


Differenze tra uomo e donna: la scelta del partner

Alla scelta del partner concorrono dinamiche riconducibili ai primordi della storia umana quando le donne avevano bisogno di un uomo che proteggesse i piccoli da pericoli e predatori e gli uomini cercavano donne in buona salute per procreare.

Gli istinti evolutivi sono ancora presenti nella nostra specie e spingono gli uomini a cercare nelle donne bellezza e gioventù, caratteristiche regolate dall'azione degli estrogeni, gli ormoni della fertilità femminile.

Agli occhi di un uomo, dunque, seno prosperoso, fianchi larghi e vita stretta sono attraenti perché indicano che quella donna ha raggiunto la maturità sessuale ed è lontana dalla menopausa. In particolare un rapporto vita/fianchi di 0,67 secondo recenti studi è associato a una maggiore fertilità.

Nei meccanismi biologici della donna, invece, è saldamente ancorato l'istinto primordiale a cercare un uomo forte che sia in grado di proteggere i figli. E poiché non viviamo più nelle caverne ma in una società basata sullo status sociale, la scelta del partner maschile è molto influenzata anche dal potere e dalla ricchezza che l'uomo trasmette. Secondo gli esperti, la scelta della donna oscilla tra lo shopping for genes, ovvero la ricerca di un buon materiale genetico da trasferire alla prole, e lo shopping for resources cioè la valutazione dello status sociale e delle condizioni economiche. Tra i due prevale il secondo.

Questo articolo è tratto dal libro

Affinità di coppia – I segnali dell'attrazione che svelano la scelta del partner

Clicca su questa immagine per leggere gratis le prime pagine:

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!

I LIBRI DI SAPERE&POTERE

"Affinità di coppia: i segnali dell'attrazione che svelano la scelta del partner" (di Caterina Stile) è il nuovo libro della collana saperepotere.it

ULTIMI ARTICOLI

Può il trapianto di cuore trasmettere emozioni, informazioni e ricordi dal donatore al ricevente? La memoria cellulare potrebbe spiegare la relazione.

Differenze uomo donna: cosa ci rende così diversi? La scienza spiega quali sono i miti da sfatare e cosa nasconde il comportamento di lui e di lei.

Raffaele Morelli, noto psicoterapeuta e psichiatra italiano, è l'autore del saggio "Solo la mente può bruciare i grassi" edito da Mondadori nel 2016.

Parlare di fisica in modo semplice si può: Carlo Rovelli in "7 brevi lezioni di fisica" ci guida nell'affascinante viaggio dalla relatività ai buchi neri.

Come stabilire se esiste alchimia tra due persone? La chimica ci viene in soccorso per spiegare quali reazioni guidano i nostri comportamenti in amore.

Newsletter